Cos’è il Dropshipping – Dettagli e Vantaggi per il venditore

Dettagli e vantaggi del Dropshipping. Scopri come poter iniziare a vendere subito online senza investimento e senza pensieri
fornitore Dropshipping italiano vendere online

Cos’è il Dropshipping – Vantaggi e dettagli

Per dropshipping si intende la formula di vendita per effetto della quale diventa possibile commercializzare dei prodotti anche senza detenerli fisicamente all’interno del proprio magazzino.

Tramite il Dropshipping si può fare quindi commercio elettronico senza realmente detenere i prodotti.

In pratica:

  1. chi vende tramite la formula Dropshipping (TU) mette i prodotti nel proprio e-commerce o negozio online
  2. riceve l’ordine ed il pagamento dal cliente
  3. a sua volta farà l’ordine del prodotto ordinato al proprio fornitore (NOI), precisando come indirizzo di destinazione quello del cliente finale
  4. penserà il fornitore, nel momento in cui riceverà l’ordine ed il suo pagamento, a preparare in tempi rapidissimi la spedizione del pacco, in anonimato.

 

 

Vantaggi del Dropshipping

Il modus operandi appena spiegato ha il pregio di far immediatamente capire quali siano i vantaggi che si possono conseguirne per il venditore (Dropshipper).

In pratica questi non deve più fare i conti con le rese in magazzino e lo stoccaggio delle merci ricevute dal proprio fornitore. Deve soltanto acquistare ciò che nel frattempo ha già provveduto a vendere e senza doversi assumere alcuna incombenza in termini di spedizione. Ci penserà infatti il fornitore in maniera del tutto autonoma e, soprattutto, anonima.

Come si può agevolmente comprendere, si tratta di una formula imprenditoriale rivolta esclusivamente alla vendita e nella quale non occorre prendersi carico di altri aspetti un tempo fondamentali nel processo di vendita, come la ricerca e la gestione dei fornitori, lo stoccaggio delle merci e gli invii del venduto alla clientela finale.
Il Dropshipping permette di godere di una lunga serie di vantaggi e di concentrare l’attenzione esclusivamente sulla promozione e vendita dei prodotti.

Altro vantaggio non da poco, in quest’ottica, è rappresentato dal fatto che l’unico investimento iniziale è rappresentato dal costo per la realizzazione di un sito (negozio online) in grado di attirare i clienti e spingerli ad acquistare i prodotti offerti.

La soluzione si è diffusa soprattutto tra i venditori che intendono concentrarsi sul lato vendita. Il ruolo che spetta al venditore, in ultima analisi, è quello di tramite tra produttore e cliente finale. Non c’è da stupirsi che il dropshipping si presenti alla stregua dell’ultima frontiera del commercio elettronico.

dropshipping funzionamento dettagli vantaggi fornitore italia
dettagli e vantaggli dropshipping

Come aver successo con la Vendita in Dropshopping 

Per chi sia intenzionato a sfruttare una possibilità di questo genere con concrete possibilità di successo, la necessità è quella di concentrare gli sforzi su alcuni fattori ben precisi:

  1. Sviluppo di una strategia di marketing in grado di calamitare i visitatori e spingerli ad effettuare il desiderato acquisto. Per farlo occorre quindi utilizzare strumenti come il posizionamento del proprio sito, la pubblicità online, ad esempio tramite Adsense di Google, Facebook e altri strumenti di advertising, il monitoraggio dell’efficacia del portale in termini di CRO (Conversion Rate Optimization);
  2. Ricerca dei prodotti strategici ideali da vendere in quel preciso momento (noi li abbiamo già selezionati per te)
  3. Trovare un fornitore in grado di assicurare il massimo di affidabilità e al contempo di occuparsi in maniera del tutto autonoma di fattori imprescindibili tra i quali, ad esempio, la gestione del magazzino, l’inventario, lo stoccaggio delle merci, la spedizione e la ricezione dei prodotti (NOI)

 

 

I reali vantaggi del Dropshipping

Quali sono i reali vantaggi che questa nuova tecnica di vendita è in grado di riservare a venditori e produttori? Andiamo a esaminarli insieme:

  • il venditore si ritaglia la totale libertà di scegliere il target di utenti a cui intende rivolgersi, gli articoli da proporre ad essi e i Paesi su cui puntare per dipanare la sua strategia nel corso del tempo;
  • non avere magazzino e quindi non dover detenere la merce, gli evita una serie di incombenze che potrebbero portargli via prezioso tempo e riservare quello risparmiato in tal modo allo studio delle mosse da mettere in campo per aumentare le proprie vendite;
  • il produttore, può a sua volta aumentare le vendite senza impegni aggiuntivi tesi a farsi conoscere dal grande pubblico
  • l’eliminazione di una serie di intermediari che comportano con il loro operato una notevole erosione del possibile margine di guadagno. Il produttore deve solo ricevere l’ordine e approntare la spedizione nel modo più rapido e conveniente possibile.

 

 

I costi del Dropshipping per un negozio online

Altra questione molto importante, quando si affronta il tema relativo al Dropshipping, è naturalmente quello dei costi. Si tratta di una questione da valutare con una certa precisione, proprio per capire quale tipo di investimento iniziale si renda necessario per chi intenda adottare questo tipo di attività.

Normalmente i costi per il venditore che vuole iniziare a vendere in Dropshipping, sono i seguenti:

  • acquisto di un Dominio con Hosting e Database ;
  • la costruzione di un sito in grado di supportare il proprio commercio. Per farlo, solitamente ci si deve affidare ad una società specializzata e, in questo caso, occorre mettere in preventivo alcune migliaia di euro, il cui numero dipenderà appunto dalle funzionalità scelte;
  • dare vita ad una analisi del mercato tesa a capire quali possano essere i settori in grado di remunerare il proprio investimento, ovvero se convenga vendere prodotti molto diffusi oppure di nicchia e in entrambi i casi quale sia la concorrenza che si prospetta;
  • mettere in campo un’adeguata campagna pubblicitaria. Va infatti considerato che il posizionamento del proprio sito più in alto possibile nelle pagine di ricerca è una vera e propria precondizione, senza la quale il profitto può diventare una vera e propria chimera;
  • iniziare la ricerca di fornitori, che può comportare anche dei viaggi all’estero al fine di incontrarli, con tutto quello che può conseguirne in termini di budget.

Fortunatamente hai trovato noi, che lavoriamo da alcuni anni fornendo il Servizio Dropshipping su tanti prodotti selezionati e di sicura qualità.

 

 

Il regime fiscale per il Dropshipper

Altra questione molto importante in termini di costi è quella relativa alla normativa fiscale cui deve attenersi chi vuole vendere in Dropshipping nel nostro Paese. In pratica, per poterlo fare risultando in piena regola, è necessario:

  1. aprire la partita IVA con codice Ateco 47.91.10, ovvero quella riservata a chi fa commercio al dettaglio di prodotti tramite internet;
  2. iscriversi al Registro delle Imprese, presso la Camera di Commercio della propria provincia e alla gestione INPS riservata ai commercianti;
  3. inviare la comunicazione di inizio attività presso lo Sportello Unico Attività Produttive del Comune in cui l’impresa ha la propria sede legale.
Ancora non son presenti commenti. Inserisci il primo..

Lascia una risposta

Dropshipping 1Style
Logo
Confrontare elementi
  • Totale (0)
Confrontare
0
Carrello